7 Curiosità sull’incantevole Messico

7 Curiosità sull’incantevole Messico

Category : Info

Un viaggio in Messico è un’esperienza magica! Terra di sorprendenti contrasti, si presenta al visitatore come un autentico museo all’aria aperta, fatto di paesaggi da sogno, dalla natura incredibile e spiagge paradisiache, culture ancestrali e un’irresistibile e saporita offerta gastronomica.

Qui ti aspettano riserve naturali di incredibile bellezza, boschi e aree desertiche, vulcani, spettacolari cenotes sotterranei, meravigliosi fondali marini e vistose formazioni coralline che ospitano giganteschi acquari naturali. In Messico tutto è superlativo. Un Paese dalle mille culture, radicate tradizioni e genuine tendenze artistiche.

Puoi scoprire il Messico degli Aztechi e i Maya, i suoi bellissimi tesori coloniali, le sue Città Magiche, l’arte di Diego Rivera e di Frida Kahlo, la moderna e cosmopolita metropoli di Città del Messico, una delle più grandi del mondo. Pura attività, Messico è terra di storia e avventura, di romanticismo infinito, di salute e benessere, di patrimoni universali.

Sorprende per la sua animazione continua, le infinite attività di divertimento, i suoi incredibili Resorts e gli incantevoli Boutique hotel, gli eccellenti servizi e impianti turistici. Verrai travolto dal colore e dalla musica delle sue feste mentre fai la conoscenza degli ospitali abitali locali. Saranno loro che ti sveleranno la storia del Messico più vero mentre brindate con un chupito di autentica tequila!

Ecco 7 Curiosità che aiutano a rendere questo Paese ancora più affascinante.

  • Il nome Yucatan

    yucatan-messicoIl nome Yucatan fu assegnato alla penisola durante le prime esplorazioni dei conquistatori europei. Sono diverse le versioni che si ritrovano sul fatto che questo nome sarebbe frutto di  una incomprensione tra gli abitanti Maya e dei primi esploratori spagnoli intorno al 1517.

    Una versione sostiene che un esploratore spagnolo si mise a discutere con un indigeno Maya per sapere il nome della regione. L’indiano probabilmente rispose “Ma’anaatik ka t’ann” che significa in lingua maya non capisco il tuo discorso o non capisco.
    Un’altra versione dice anche che gli spagnoli diedero il nome Yucatan alla regione perché i maya rispondevano alle loro domande con la frase “uh yu ka t’ann, che in Maya significa sentite come parlano.

    Anche i Maya iniziarono a chiamare il loro paese Yucatan e così il nome rimase ma nella loro lingua continuarono a chiamarlo ” la terra del tacchino e del cervo”.

  • Hanal Pixan

    hanal-pixan-messicoQuesta tradizione, molto radicata nei messicani ancor’oggi, si riferisce ad un incontro mistico tra vivi e morti. Dal 31 ottobre al 2 novembre la tradizione dell’Hanal Pixan vuole che gli spiriti “ottengono il permesso” per visitare i parenti ancora vivi.

    La prima giornata è dedicata ai bambini defunti e si chiama Hanal Palal, Il secondo giorno, il 1° novembre, è dedicato agli adulti e chiamato Hanal Nucuch Uinicoob, e il terzo giorno è chiamato Hanal Pixanoob o in alcuni luoghi Pixan Messa, perché in quel giorno viene dedicata una Messa ai defunti che si celebra normalmente nei cimiteri. E’ consuetudine, soprattutto nelle zone interne del Messico che i bambini portino in quei giorni un nastro rosso o nero al polso destro, in modo che gli spiriti non li prendano con loro.

    La tradizione si compone di diversi riti, ma il principale è quello di imbandire un tavolo, che funge da altare, sotto gli alberi nel cortile e vicino alle tombe dei parenti, con cibo tipico della stagione come jicama, mandarini, arance, XEC (miscela a base di arancia, mandarino, jicama e altri frutti e peperoncino in polvere), papaia, cocco, Balche (bevanda inebriante a base di corteccia di un albero chiamato così), pane dolce e ciotole di gustosi Chucua (dolce con mais, cacao, pepe e semi di anice) il tutto decorato con candele, fiori, rami di ruta e fotografie del defunto. Nella giornata dedicata ai bambini, l’altare è decorato con una tovaglia ricamata in colori vivaci e in aggiunta ai prodotti alimentari ci sono dolciumi e giocattoli.

    Queste vivande passano tutta la notte tra l’1 e il 2 novembre, in quei piccoli altari sotto gli alberi. Il giorno dopo, quando le anime dei morti “hanno preso grazia”, i parenti si ritrovano per il picnic mangiando e bevendo tutto quello che l’anima del defunto ha lasciato.

  • Costumi

    costume-veracruz-messicoIl Messico è un paese pieno di folklore, danze e costumi. Tra i principali costumi del Messico troviamo il vestito denominato Veracruz, questo è caratterizzato da una gonna riccamente decorata a colori vivaci con pizzi e ricami. La camicia ha gli stessi piani di colore della gonna, il grembiule, se indossato, è normalmente in velluto e decorato con temi a fiori ed infine lo scialle di seta è di solito di colore giallo o bianco. Il tutto è accompagnato da accessori come bracciali e catene d’oro, pettini nei capelli e anche le rose naturali poste tra ogni pettine. Un dettaglio importante è che le donne single che partecipano ad un matrimonio portano le rose solo sulla destra.

    L’uomo utilizza un vestito composto da pantaloncini bianchi e camicia bianca in stile guayabera, le scarpe hanno lo stesso colore e il cappello di paglia completa il tutto. Il tocco finale è dato dal fazzoletto di colore rosso che viene raccolto su un anello d’oro.

  • Castello

    In Messico esiste l’unico castello mai costruito nel continente americano, il castello di Chapultepec a Città del Messico, sede del viceré di Spagna nel 1700.

  • La Bandiera Messicana

    bandiera-messicana-messicoSecondo la tradizione la bandiera ha almeno 4 significati: il verde della speranza, il bianco dell’unione nazionale, il rosso del sangue dei patrioti caduti per il loro paese. Infine l’aquila, il serpente e il cactus riprodotti nel centro sono i simboli al centro della fondazione della città azteca che diventerà poi Città del Messico.

  • Il Meteorite

    Il meteorite che probabilmente fu la causa della scomparsa dei dinosauri cadde nella penisola dello Yucatan ben 65 milioni di anni fa.

  • Il Nome Messico

    Il nome Messico ha origini molto antiche e secondo la tradizione significa letteralmente nell’ombelico della luna.

LASCIA UN COMMENTO