I Macachi delle Nevi Giapponesi

  • 0

I Macachi delle Nevi Giapponesi

Anche le scimmie vanno alle terme.

953x1216x1Le avrete già viste altre volte. Morbide scimmie dalle guanciotte rosse che meditano ad occhi chiusi immerse nell’acqua fumante termale, circondate dalle montagne innevate. Eppure pochi Giapponesi ne hanno sentito parlare; da quando la rivista LIFE li ha messi in copertina nel 1970, queste creature hanno raggiunto fama mondiale, tanto che ora sono protette nel Jigokudani Snow Monkey Park, ma caso vuole che siano proprio più conosciute all’estero che in patria.

Nel Giappone centrale, su per le foreste della Prefettura di Nagano, c’è la “Valle dell’inferno” (Jigokudani, 地獄谷). A più di 800m sul livello del mare, quest’area rimane innevata per un terzo dell’anno. Il fiume Yokoyu taglia la valle dalle pareti scoscese e dai tagli spigolosi. A causa della naturale attività vulcanica, acqua bollente sgorga dal letto del fiume. Si tratta di un’acqua cristallina salata che alimenta i bagni terapeutici locali, attirando turisti negli onsen delle vicinanze da più di un secolo.

Da qui, per molto tempo, i macachi selvatici giapponesi hanno osservato la cosa da vicino. E non si tratta di scimmie qualsiasi: vivendo molto più a nord di qualsiasi primate non umano, devono sopportare inverni lunghi e severi e sopravvivere a temperature inferiori ai -14°C. Solo nel 1964, una coraggiosa scimmia scese dalla montagna, si immerse in una piscina Spa poco profonda e le piacque molto. Questo rituale quotidiano si diffuse fra le altre scimmie del gruppo, venne tramandato di generazione in generazione e da allora praticato; unico caso al mondo.

macachiQualche scimmia scende a farsi il bagno anche in estate, ma è durante i rigidi mesi invernali che le piscine si trasformano magicamente in una broda di scimmie. Alcune di loro sembra ridere alle spalle dei turisti che cercano contemporaneamente di scattare foto e ripararsi dalla neve.
La vasca è profonda appena il giusto perché le scimmie stiano dentro in piedi. La maggior parte di loro poltrisce lungo il bordo della vasca, spulciandosi a vicenda e prendendosela calma.
Per chi desidera farsi il bagno come i macachi delle nevi, si può provare uno degli onsen all’aperto proprio vicino alla vasca delle scimmie. C’è qualcosa di decadente e paradisiaco nella neve che ti cade sul viso mentre sei immerso nell’acqua. Le piscine per i turisti sono molto più profonde, quindi probabilmente nessun animale selvatico si unirà al bagno, ma se si è fortunati qualche esemplare coraggioso potrebbe avvicinarsi e mettersi a dormire su una conduttura dell’acqua calda proprio li vicino!

Le scimmie delle nevi si trovano a circa 3 ore da Tokyo, perfetto per una gita di un giorno fuori dalla capitale. Si prende il treno proiettile “Shinkansen” da Toyko a Nagano, e poi si sale sullo “Snow Monkey Express” per Yudanaka. Dopo di che, con una veloce corsa in bus su per la collina si raggiunge il sentiero che vi guiderà per 45 minuti nella foresta fino agli onsen.

Il parco è aperto 365 giorni all’anno, dalle 9:00 alle 16:00 in inverno e dalle 8:30 alle 17:00 in estate. I costi di ingresso sono piuttosto contenuti: 500¥ (ca. 4,50€) per gli adulti e 250¥ (ca. 2,25€) per i bambini. Sono disponibili anche biglietti di gruppo e abbonamenti.

LASCIA UN COMMENTO