Pasqua: le celebrazioni più particolari nel Mondo

  • 0

Pasqua: le celebrazioni più particolari nel Mondo

Ormai ci siamo, domenica 16 aprile finalmente si celebrerà la Pasqua. Oltre ad essere una festa religiosa molto importante per i credenti, questa ricorrenza è anche ideale per chi vuole andare in vacanza per un paio di giorni e concedersi finalmente un po’ di relax. Ovviamente però, come si suol dire, “Paese che vai usanza che trovi” e questo vale anche per la Pasqua: ci sono tantissimi modi di celebrare la Pasqua, alcuni anche molto particolari. Vediamone qualcuno.

Pasqua nel mondo: le celebrazioni più strane

  • Spagna, Siviglia: qui i festeggiamenti, come ovvio, cominciano il 19 aprile e proseguono fino al 16. Si tratta della “Semana Santa”, ossia “Settimana Santa”, antica tradizione risalente al XIV secolo. Durante queste giorni di festa, la città viene invasa da moltissimi carri allegorici che colorano tutte le vie, ma non solo. Oltre 60 mila persone appartenenti a diverse confraternite religiose, portano in processione delle statue e delle immagini allegoriche di Gesù e Maria. La processione più importante e degna di nota si svolge il Giovedì Santo a mezzanotte.
  • Norvegia, Kautokeino: dall’8 al 17 aprile, se vi trovate in Norvegia e precisamente a Kautokeino potrete assistere a delle celebrazioni pasquali molto, molto, molto strane! Qui infatti si festeggia alla maniera dei Sami, la popolazione semi-nomade che vive e popola quest’area della Norvegia. I Sami organizzano così un loro festival che inneggia alle loro usanze e al loro stile di vita
  • Italia, Firenze: anche il nostro Bel Paese non si tira certo indietro quando si tratta di celebrare la Pasqua. Ecco allora che a Firenze si tiene una festa molto particolare, quella dello “Scoppio del Carro”. Si tratta di un carro allegorico che, proprio la giornata di Pasqua, viene imbottito di fuochi d’artificio e viene fatto letteralmente saltare in aria. È il vescovo che, durante la Messa di Pasqua, alla fine della funzione accende la miccia dando via allo spettacolo pirotecnico.
  • Grecia, Leonidio: siamo nel Peloponneso e qui la Pasqua è una festività molto sentita. La tradizione vuole che, per celebrare la resurrezione di Cristo si lancino in aria lanterne luminose. Non si fa ovunque nella Grecia, solo in alcune città e, tra le più belle, sicuramente consigliamo quella di Leonidio. Centinaia di lanterne, interamente realizzate a mano infatti, vengono fatte volare nel cielo mentre, chi resta a terra a guardarle è impegnato a bruciare immagini raffiguranti Giuda. Se questo non vi ha emozionato abbastanza, sappiate che non mancano anche le stoviglie rotte: usanza vuole che gli abitanti del Peloponneso lancino dal balcone dei vasi pieni di acqua. Il tutto in concomitanza con lo scoccare della mezzanotte per celebrare l’arrivo della Pasqua. Bello dunque, ma occhio alla testa!

  • 0

Berlino, dove vivere la magia del Natale

State pensando ad un viaggio a Berlino per Natale? Effettivamente è una delle città dove è possibile vivere al meglio la magia e lo spirito delle feste.  Per scoprirlo basta recarsi durante il periodo dell’Avvento quando vengono organizzati incantevoli mercatini, concerti di musica classica e visite guidate a tema natalizio. L’atmosfera che si respira nei Castelli e Giardini di Berlino-Brandeburgo è indimenticabile. Situati tra Berlino, Potsdam e nel Land Brandeburgo i castelli e giardini, appartenuti ai re prussiani, sono considerati un eccezionale patrimonio culturale e storico, tanto da entrare nella lista del Patrimonio Mondiale UNESCO.

Natale a Corte

charlottenburg-germaniaTutte le vostre domande sulle tradizioni natalizie berlinesi o su come la famiglia imperiale tedesca erano solita festeggiarlo, troveranno finalmente una risposta grazie al tour “Natale a Corte” all’interno del palazzo di Charlottenburg. Grazie a questo tour potrete scoprire che i berlinesi di una volta celebravano il Natale con una parata che era festeggiata spesso in modo talmente sfarzoso da obbligare il re ad emanare editti apposta per controllarne l’eccessiva esuberanza, o conoscere quali preziosi oggetti i governanti prussiani preferivano donare ai loro familiari per le feste, o ancora ascoltare la storia di “Silent Night”, la più famosa canzone natalizia che venne introdotta nelle chiese prussiane durante il regno di Federico Guglielmo III.

L’Orangerie, piante esotiche in riposo invernale

Centinaia di palme, agave, lauri, e aranci decorano in estate il magnifico Parco Prussiano. Con l’arrivo dell’inverno le piante esotiche devono essere protette dalle rigide temperature e vengono spostate nelle sale della maestosa Orangerie.
L’Orangerie del Parco Sanssouci è alta più di 300 metri ed è stata ideata e costruita dal re Federico Guglielmo IV nel XIX secolo. Essa fa parte di un castello eretto in perfetto stile rinascimentale ispirato alle maestose ville italiane. Il lungo edificio si estende su ben tre ali e costituisce la dimora invernale delle piante tropicali che sono particolarmente sensibili alle basse temperature.
Il tour guidato attraverso la grande sala delle piante e i corridoi riscaldati dell’Orangerie vi farà conoscere le piante esotiche e gli antichi sistemi di riscaldamento, alcuni dei quali sono utilizzati ancora oggi.

Mercatino di Natale a Schloss Charlottenburg

Il mercatino, che vienberlino-mercatini-natalee allestito di fronte alla residenza Hohenzollern, con la sua atmosfera natalizia è uno dei più incantevoli di Berlino grazie alla suggestiva illuminazione che viene dalla residenza. Qui si possono ammirare artigiani all’opera, delizie culinarie tipiche, strumenti musicali e sorprese per tutti i bambini.

Opera invernale di Potsdam 2016

Dopo lo straordinario successo degli scorsi anni, anche quest’anno all’Opera di Potsdam verrà rappresentato un oratorio del compositore Georg Friedrich Händel.

Israele in Egitto” fu composto nel 1738 e tratta la storia biblica dell’esodo dall’Egitto della nazione di Israele. La prima teatrale avvenne un anno dopo la composizione, nel 1739 al Kings Theatre di Londra. Il testo viene considerato come un passo indietro dal punto di vista artistico di Händel, soprattutto a causa del coro insolitamente forte. La composizione dell’orchestra è insolita a causa dell’introduzione di trombe, tromboni e timpani accompagnati dai soliti strumenti ad arco: oboi, fagotti, cembalo e organo.
L’arrangiamento tonale e illustrativo delle dieci piaghe della Bibbia e specialmente l’effetto che questi avvenimenti provocarono sull’animo umano mostra la bravura creativa di Händel che emoziona la platea ancora oggi.


  • 0

Cesenatico, il pesce fa festa

Cesenatico si tthumb_3172_default_bigrasforma in un grande ristorante per la manifestazione gastronomica “Il Pesce fa Festa”. Dalla sera di venerdì 28 ottobre a martedì 1° novembre 2016 lungo il porto canale, nelle piazze e nelle vie del centro storico trionfano grigliate di pesce, fritture e piatti della tradizione marinara. Divenuta ormai un appuntamento fisso, la manifestazione “Il Pesce fa Festa”, realizzata dal Comune di Cesenatico in collaborazione con Confesercenti, Confcommercio e con il sostegno di Gesturist Cesenatico Spa, prevede un ricco ed articolato programma.
Nel centro storico troveranno spazio gli stand del gruppo di volontari Amici della Ccils, delle Associazioni di pescatori “Tra il Cielo e il Mare”, “Pescatori a Casa Vostra”, la“Tavola dei Pescatori” e degli chef di A.RI.CE. – Associazione Ristoratori Cesenatico –  e A.R.T.E. in Cucina che prepareranno alcuni piatti tipici della cucina marinara romagnola, come gli spiedini di pesce, il fritto misto dell’Adriatico, i passatelli al brodo di pesce ed altre ricette tradizionali rivisitate in chiave moderna. Nella zona portuale di Ponente, nei pressi del vecchio Squero, la Cooperativa Casa del Pescatore, all’interno di una tensostruttura molto capiente, elaborerà antipasti a base di cozze e vongole, primi succulenti e le classiche “rustide”, Il tutto condito con intrattenimento musicale. E poi ancora la cucina marinara a bordo delle motonavi turistiche ormeggiate sulla banchina del porto canale disegnato da Leonardo da Vinci e le proposte dell’Associazione Chef to Chef con le preziose ricette degli chef stellati di Cesenatico.

A far da cornice alle degustazioni, in Corso Garibaldi, Via Anita Garibaldi e Via Nino Bixio, verrà organizzata una grande fiera ambulante con prodotti artigianali e tradizionali, alimenti tipici e trasformati, modernariato, oggettistica, collezionismo, giochi per bambini e altre attrazioni.
Il pesce utilizzato da tutti gli stand e dai ristoranti è rigorosamente autoctono e pescato nel Mare Adriatico. Triglie, mazzole, acciughe, sgombri, canocchie, moletti ecc. che sarà possibile vedere fresco prima di essere servito in tavola, presso la Pescheria Comunale che resterà aperta per tutto il weekend. Con “Il Pesce fa Festa”, la cittadina romagnola diventa il polo d’attrazione per tutti i buongustai e per chi non sa rinunciare, al sapore ed al profumo di mare.

Il “Pesce fa Festa” è un evento di punta della rassegna “Wine Food Festival Emilia-Romagna” ed è inserito all’interno del ricco calendario di “eventi golosi” che si svolgono in Emilia Romagna, alla scoperta dei piaceri della regione.

Cesenatico è pronta ad accogliere i numerosi visitatori con un pacchetto alberghiero creato appositamente da Cesenatico Turismo per la manifestazione gastronomica, che comprende soggiorno in camera doppia in Hotel 3 stelle con prima colazione, ingresso al Museo della Marineria, un pranzo a base di pesce a bordo della motonave New Ghibli, un carnet buoni pasto da € 20,00 da consumarsi presso lo stand gastronomico dell’associazione “Tra il cielo e il mare”, a partire da € 79,00 a persona.


  • 0

Olanda a Natale? Tutti gli eventi imperdibili

Category : Info

L’Olanda è una meta speciale che merita di essere visitata almeno una volta nella vita. La sua varietà paesaggistica e il suo enorme potenziale culturale trasformano questo Paese in una location turistica di grande rilievo, soprattutto a Natale. In questo periodo dell’anno infatti ci sono tantissime occasioni per cui vale la pena regalarsi un tour in Olanda! Ecco allora tutte le attrazioni più belle!

  • Romantico mercatino nella città stellata di Bourtange – 3 – 18 dicembre 2016

Durante i primi tre weekend del mese di dicembre, la piccola città fortificata di Bourtange diventa meta ideale per gli amanti del Natale: ogni anno si tiene infatti il suggestivo mercatino natalizio, uno dei più romantici e più visitati nell’Olanda del nord.

  •  WinterWelVart, Groningen e dintorni 10 – 28 dicembre 2016

Winter Wel Vart è un evento invernale che si svolge per più giorni in diverse città e cittadine della provincia settentrionale di Groningen. Durante l’evento si potrà salire a bordo delle caratteristiche navi storiche illuminate a festa ormeggiate nei luoghi più suggestivi del centro di Groningen, lungo le rive del fiume A.

  • Winter Utrecht 7 novembre 2016 – 10 gennaio 2017

La città di Utrecht ospiterà la quinta edizione del Winter Utrecht: più di 100 attività legate all’inverno allieteranno la città. L’evento più importante è il festival “Knuss Winterfest’” durante il quale molte piazze saranno animate da mercatini natalizi e piste di pattinaggio, intorno alle quali si potranno gustare ogni tipo di prelibatezze.

  •  GLOW Festival, Eindhoven 12-19 novembre 2016

il-giardino-incantato-luminiairie-de-cagne-glow-stadhuisplein-eindhovenDurante l’undicesima edizione del GLOW Festival di Eindhoven circa 40 artisti, attraverso le loro installazioni e proiezioni, daranno agli spettatori un’immagine nuova ed affascinante della città. Il festival, visitabile attraverso un unico percorso, ha come tema “City & Science”, tema che sottolinea il profondo legame tra la città e la luce.

  •  Il mercato natalizio più grande d’Olanda – Dordrecht, dal 16-18 dicembre 2016

mercatino-di-natale-di-dordrecht-olandaIl mercato di Natale di Dordrecht, con i suoi 2 chilometri e mezzo di lunghezza e le sue 300 bancarelle, è il mercatino natalizio più grande d’Olanda! Esso si snoda attraverso il centro città per arrivare fino al porto.  Un fitto programma di canti natalizi e spettacoli accompagnerà l’evento.

  •  Magical Maastricht – 2 dicembre 2016 –  1 gennaio 2017

magischmaastrichtvrijthofcvvvmaastrichtmarketingfocuss22In questo periodo la città si trasforma in un luogo magico, in particolare sulla piazza Vrijthof dove vengono allestiti un grande mercatino natalizio, una pista da pattinaggio e una ruota panoramica. Le novità di quest’anno sono la grotta di Babbo Natale e la ‘Magical Light Route’ che mette in mostra l’estro degli artisti delle luci e guida i visitatori alla scoperta della città.

  • Festival delle sculture di ghiaccio Amsterdam, dal 10 dicembre 2016 – 5 febbraio 2017

upkpfa5xljio3mk5tor3595arq2fiac7smkpnqafisQuest’anno il festival delle sculture di ghiaccio si terrà ad Amsterdam e con il tema “It’s all about music”: 42 tra i migliori artisti del ghiaccio da tutto il mondo creeranno le più spettacolari sculture di ghiaccio che permetteranno ai visitatori di fare un viaggio suggestivo attraverso stili e culture musicali differenti tra loro e di scoprire tutto sulla storia della musica.

  • Amsterdam Light Festival 1 dicembre 2016 –  22 gennaio 2017

home-amsterdam-light-festivalL’Amsterdam Light Festival è un festival annuale dedicato all’arte della luce. Artisti, architetti e designer provenienti da tutto il mondo trasformano la città, addobbandone i canali.

Le opere sono disposte lungo due percorsi diversi: il Water Cross, il percorso in barca, permette di ammirare dall’acqua grandi opere illuminate mentre con il percorso pedonale Illuminade si ammirano da vicino installazioni interattive ed innovative, realizzate da designer emergenti.


  • 0

A Perugia via all’Eurochocolate, festa del cioccolato

A Perugia parte domani, 14 Ottobre, la 23^ edizione dell’Eurochocolate e proseguirà fino al 23 Ottobre. Come ogni anno si tratta molto di più di una semplice festa del cioccolato, una kermesse di sapori e cultura che nel tempo ha acquisto importanza e una dimensione europea e internazionale. Gustare prodotti di tutti i tipi a base di cioccolato, assistere a conferenze, show cooking, dimostrazioni, spettacoli. Tutto a Perugia è di cioccolato, anche le sculture.

eurochocolate-2016-logoIl tema dell’edizione 2016 è la condivisione, all’insegna della sharing chocolate. Non a caso come immagine simbolo è stata scelta quella di una tavoletta agganciata come uno smartphone ad un selfie sitck, il bastone per i selfie. La cioccolata è un cibo che va condiviso, così come la manifestazione di Perugia è da vivere in compagnia delle persone più care. Il claim scelto per questa edizione è #ConChi? L’invito degli organizzatori è scattarsi un selfie nei giorni della manifestazione da condividere poi su social network.

Come ogni anno anche questa edizione avrà un programma intenso. Molti saranno gli eventi a tema. A sorprendere il pubblico ci sarà una maxi installazione in piazza IV Novembre: un maxi selfie stick lungo 7 metri, che accoglierà una tavoletta realizzata con 6.000 kg di cioccolato e potrà essere utilizzato dal pubblico per scattare originali selfie, da condividere. La novità di quest’anno sarà il laboratorio artigianale di Paul e Cecilia de Bondt che inaugurerà proprio in occasione di Eurochocolate e sarà visitabile in anteprima.

Anche in questa edizione, ci sarà l’appuntamento con le Sculture di Cioccolato. Nel centro storico di Perugia, domenica 16 Ottobre, sarà possibile assistere alla trasformazione di 4 blocchi di cioccolato da 11 quintali in vere e proprie opere d’arte.

ALLA SCOPERTA DI PERUGIA

La visita ad Eurocholate 2016 può essere anche l’occasione per scoprire o conoscere la città di Perugia. Un viaggio nel centro storico di questa bella città medievale di origini etrusche. Perugia è il capoluogo amministrativo delle regione Umbria, sede di una prestigiosa Università da oltre 700 anni ed è una importante meta culturale e turistica. Pur essendo situata nel cuore dell’Italia, a circa 450 metri sul livello del mare, lontana dalle arterie principali d’Italia, la città a da sempre un forte richiamo internazionale.

Tanti sono i monumenti, i musei e gli scorci suggestivi da vedere in città. Senza dimenticare le specialità gastronomiche locali, da gustare nei ristoranti e nelle osterie. A Perugia si possono visitare che i numerosi laboratori di artigianato artistico, vere e proprie botteghe che conservano l’atmosfera di un tempo.

La Rocca Paolina è la porta d’ingresso dell’acropoli. Si tratta di un complesso storico-architettonico unico nel suo genere, una sorta di contenitore della città medievale nascosta al suo interno. Si può salire in città attraversando la Rocca con le scale mobili, dove si viene subito immersi nei fasti antichi ma anche moderni di Perugia.

perugia_3191-07-14-40-9268La prima immancabile tappa di una visita che si rispetti è la visita alla Fontana Maggiore, situata al centro di Piazza IV Novembre. La piazza è il salotto della città ed è circondata da importanti palazzi storici. Il più importante e imponente è il Palazzo dei Priori, realizzato tra il 1293 ed il 1443. L’edificio è in stile gotico e ospita parte del Municipio e la Galleria nazionale dell’Umbria. Su Piazza IV Novembre si affaccia anche la Cattedrale di San Lorenzo, anche questo edificio in stile gotico.

Da vedere in città anche i resti dell’insediamento degli Etruschi, come l’Arco e il Pozzo etrusco. La città conserva parte della antiche mura etrusche. Numerose sono poi le porte medievali, che si aprono nella cinta muraria che cinge la città per 9 km.

Tra i monumenti cittadini sono da annoverare anche i numerosi teatri, di cui i più importanti sono il Morlacchi, il più grande teatro di Perugia, risalente al XVIII secolo, e il Teatro del Pavone, anch’esso settecentesco e il primo teatro aperto al pubblico.

Infine, Perugia non è solo cioccolato, ma anche cultura con tante importanti manifestazioni. Su tutte la storica rassegna musicale Umbria Jazz, che si tiene in estate.