Ryanair: come ottenere i rimborsi dei voli cancellati

Ryanair: come ottenere i rimborsi dei voli cancellati

Category : Info

Continua la saga dei voli cancellati da Ryanair, continuano i disagi per i passeggeri rimasti a terra. Mentre i piloti non danno nessun cenno di cedimento e non sono disposti ad accettare il bonus di 12.000 euro offerto loro dalla compagnia aerea low cost per rinunciare alle ferie e tornare al lavoro, le cancellazioni rimangono quelle annunciate a sorpresa dalla compagnia aerea una settimana fa. Oltre 2000 voli tolti dal tabellone in Europa e in Italia fino al 28 ottobre. Nel complesso sono circa 700 i voli cancellati da Ryanair da e per l’Italia e all’interno del nostro Paese, dove la compagnia irlandese è diventata negli ultimi anni il vettore principale. Un disagio enorme, che ha causato diverse proteste proprio tra i passeggeri italiani. Soprattutto se si pensa alla beffa dei voli super scontati lanciati da Ryanair in promozione per l’autunno.

Come ottenere i rimborsi

Che fare se il vostro volo è stato cancellato? Le alternative non sono molte: riprogrammarlo, se potete partire in un altro momento, oppure chiedere il rimborso. Ryanair ha già assicurato il rimborso integrale del biglietto ai suoi clienti che hanno subito la cancellazione del proprio volo o in alternativa la modifica del volo gratuita (e ci mancherebbe che non lo fosse), ovvero quella che in gergo si chiama riprotezione e consiste nell’imbarco del passeggero su di un volo alternativo per la destinazione finale non appena possibile o ad una data successiva a lui più conveniente, a seconda della disponibilità di posti. Per placare le ire dei propri clienti, la compagnia irlandese ha annunciato un bonus fedeltà per i passeggeri che hanno subito la cancellazione del volo.

Tuttavia, l’Unione Europea e le autorità nazionali dei trasporti dei singoli Paesi hanno fatto capire subito a Ryanair che non basta. Non è sufficiente la semplice riprogrammazione del volo o il rimborso integrale del biglietto, i passeggeri vanno anche compensati per il disagio subito, come da normativa europea. Una compensazione pecuniaria da corrispondere ai passeggeri comunque, a prescindere dal rimborso o dalla riprotezione.

Il diritto alla compensazione non si applica solo se il consumatore è informato della cancellazione con almeno 2 settimane di preavviso, o 7 giorni prima purché venga offerto un volo alternativo non più di 2 ore prima dell’orario di partenza originario e che si possa raggiungere la destinazione finale meno di 4 ore dopo l’orario di arrivo originariamente previsto. Oppure meno di 7 giorni prima, qualora venga offerto un volo alternativo non più di un’ora prima dell’orario di partenza iniziale che consenta di raggiungere la destinazione finale meno di due ore dopo l’orario d’arrivo originariamente previsto. Inoltre, la compensazione non si applica nei casi in cui la cancellazione del volo è stata causata da circostanze eccezionali, che non ricorrono nel caso di Rayanair, dovuto ad una cattiva gestione dei rapporti di lavoro con i piloti e non a cause di forza maggiore.

E mentre di prospettano multe salate per la compagnia irlandese, l’Enac (ente nazionale per l’aviazione civile in Italia) ha pubblicato l’informativa per i passeggeri di Ryanair con tutte le procedure per ottenere i rimborsi, la riprotezione e la compensazione.

A seguito dei contatti intervenuti con il vettore Ryanair in data 21 settembre u.s. riguardo alle procedure di rimborso, riprotezione e corresponsione della compensazione pecuniaria (ove dovuta) ai passeggeri in possesso di biglietto per i voli cancellati a decorrere dal 10 settembre e fino alla fine del mese di ottobre 2017, si comunica che la compagnia ha reso noto quanto segue:

  • Nel caso in cui il passeggero chieda il rimborso del biglietto, le somme pagate vengono restituite per intero, senza alcuna decurtazione o costi per spese di gestione della pratica.
  • Nel caso di biglietti per voli di andata e ritorno per i quali solo una delle due tratte sia stata cancellata, è possibile la modifica senza costi aggiuntivi anche della tratta non cancellata.
  • Per il volo di riprotezione (cioè per il volo sostitutivo di quello cancellato) non sono richieste integrazioni tariffarie (differenza tra il prezzo pagato al momento dell’acquisto per il biglietto del volo cancellato e il costo attuale del biglietto)
  • La compensazione, ove dovuta, deve essere direttamente richiesta on-line utilizzando il modulo disponibile a questo link 
  • I rimborsi al passeggero sono corrisposti entro 7 giorni dalla richiesta. Nel caso di bonifico bancario i tempi necessari per l’esecuzione da parte degli istituti bancari non possono essere inferiori a 7 giorni lavorativi.

Inoltre, il vettore si è impegnato a modificare il testo dell’avviso contenente le regole per la corretta procedura di reclamo. Al riguardo – prosegue il vademecum – si fa presente che: il reclamo deve essere presentato al vettore. Se non vengono fornite risposte adeguate entro sei settimane si può presentare reclamo alle sedi Enac dove si è verificato l’evento (nel caso di cancellazione del volo la sede è l’aeroporto dal quale il volo cancellato avrebbe dovuto partire), oppure all’Organismo responsabile degli Stati della Unione europea (in Italia all’Enac).


Worlwide di easyJet: voli low cost in tutti il mondo. Vera innovazione?

Category : News

EasyJet lancia il low cost planetario. La compagnia aerea, come si legge sul sito, lancia ‘Worldwide‘, il servizio che consente di “prenotare voli verso destinazioni molto lontane come New York e Singapore” grazie a “collegamenti in Europa e in tutto il mondo tramite un unico e comodo servizio e con un trasferimento semplice e rapido attraverso l’aeroporto di Londra Gatwick“.

La svolta è legata agli accordi tra easyJet e i suoi partner Norwegian (la compagnia norvegese che ha appena inaugurato le tratte low cost verso gli Usa) e WestJet (che vola verso Canada, Stati Uniti, Europa, Messico, America Centrale e Caraibi). La rete creata permette di “prenotare i voli con le compagnie aeree nostri partner e aggiungere le coincidenze con i tuoi voli easyJet via Londra Gatwick in una sola prenotazione”. Il progetto comprende al momento “oltre 100 importanti destinazioni nella nostra rete”. In particolare, vengono menzionate New York, Boston, Los Angeles, Denver, Las Vegas, Buenos Aires, Vancouver, Orlando, Chicago, Singapore, Seattle, Edmonton, Winnipeg, Toronto, Calgary e Halifax.

In sostanza poco cambia rispetto a prima, se non che ora è possibile effettuare una prenotazione con una sola transazione. Per esempio, se volete volare da Milano a New York, basta impostarle come partenza e arrivo nel motore di ricerca voli Worlwide della compagnia, che in un clic offre le soluzioni di viaggio con scalo a Londra. Se questa poi sia la soluzione migliore resta tutto da dimostrare dato che molte tariffe interessanti, considerando sempre la partenza da Milano con al tre compagnie, si trovano anche via Lisbona o Madrid.

Di fatto si tratta di una realtà consolidata per chi viaggia con le compagnie tradizionali, sicuramentwe un’assoluta novità per le low cost.
Questo comunque sarebbe solo l’inizio perché easyJet starebbe già discutendo con nuovi partner tra compagnie in Medio ed Estremo Oriente e aeroporti chiave incluso quello di Milano Malpensa.

Carolyn McCall, CEO di easyJet, ha illustrato così la strategia dietro Worldwide by easyJet: «Circa 70 milioni dei passeggeri che viaggiano in un aeroporto easyJet ogni anno sono passeggeri che continuano il proprio viaggio su altri voli, prevalentemente di lungo raggio, ed è proprio a questo segmento che Worldwide by easyJet si rivolge».


Pasqua low cost: 5 mete per la vostra vacanza

Category : Info

Dove passare le vacanza di Pasqua 2017? Le proposte e le offerte sono tante. Se volete fare un bel viaggio senza spendere un capitale ci sono tante mete in Europa dove fare delle splendide vacanze di primavera low cost. Scopriamole insieme.

Andalusia

L’Andalusia è fantastica per una vacanza a Pasqua. Il clima in questa stagione, con sole e temperature piacevoli vi regalerà già un anticipo d’estate. Un territorio che va dal mare alla montagna, con splendide città d’arte baciate dal sole, dove spettacolari monumenti sono circondati da una vegetazione rigogliosa, tra aranceti e giardini di palme. Dalla Costa del Sol, con città come Malaga e Marbella, alle splendide Granada e Siviglia. Qui potete ammirare i capolavori dell’arte araba, come l’Alhambra e l’Alcazar, sontuosi giardini e chiese imponenti. A Siviglia si tengono importanti celebrazioni per la Semana Santa, la Settimana Santa, con una delle processioni più spettacolari e intense della Spagna.  Da vedere Cordova e la sua Grande Moschea, le città di Ronda e Cadice. Sono davvero tanti, tra piccoli e grandi, i centri dell’Andalusia da visitare. Pieni di capolavori dell’architettura e dell’arte. Oltre alle città c’è anche il bellissimo e selvaggio territorio, tra vallate e montagne, come la Sierra Nevada. L’Andalusia è bellissima e molto economica.

Atene

Un’altra meta low cost di grande pregio storico e culturale è senza dubbio la città di Atene. La capitale della Grecia è rappresentata in tutto il mondo con la celeberrima cartolina dall’Acropoli sulla quale svetta maestoso il Partenone, meraviglia dell’antichità. Ai piedi dell’Acropoli si trova l’Agorà e su un colle vicino sorge il Tempio di Efesto, uno dei templi dorici meglio conservati al mondo. Da vedere anche il Tempio di Zeus Olimpo, alle spalle dell’Acropoli e vicino al Giardino Nazionale, dove sorge l’edificio neoclassico Zappeion. Nella parte settentrionale del parco si trova l’edificio del Parlamento greco, affacciato sulla moderna Piazza Syntagma. Non perdetevi le chiese ortodosse e la visita al Pireo, dove ammirare la vista sul porto e prendere i traghetti per le isole vicine, come quelle di Hydra e Spetses, da vedere anche in un giorno.
Se volete scoprire non solo le meraviglie di Atene, è possibile valutare l’opzione di un Tour della Grecia, sempre in ottica low cost.

Lisbona

Tra le mete low cost non poteva certo mancare Lisbona, anche se i voli per arrivare qui potrebbero costare un po’ più della media, visto la popolarità della città. Passeggiare tra i vicoli stretti della città, visitare il Castello di Sao Jorge, la Cattedrale Sè,  Praça Rossio e la Torre di Belém sono le tappe obbligate in città. Ammirate un panorama mozzafiato dall’Elevador de Santa Justa, in centro, e dal Miradouro de Santa Luzia, nell’antico quartiere dell’Alfama, con vista spettacolare sul fiume Tago. Da non perdere i localini tipici nella zona del Barrio Alto, dove gustare specialità locali a prezzi molto accessibili, e ascoltare tanta buona musica dal vivo.
Come nel caso precedente, se non ci si accontenta di conoscere solo le bellezze della capitale, in ottica low cost si può pensare a un Minitour del Portagallo che porterà a scoprire diverse meraviglie dello stato iberico.

Parigi

Parigi solitamente non è una città molto economica, ma ultimamente si trovano tantissime offerte e promozioni di voli low cost e hotel a prezzi veramente stracciati. Vere e proprie occasioni da prendere al volo. La Ville Lumière è sempre splendida da vedere, specialmente in primavera. Passeggiare per le vie della città, oziare seduti ad un tavolino di un bistrot all’aperto, visitare mercatini e negozi, salire sulla Tour Eiffel e vedere i principali monumenti. Ma anche andare a caccia delle pasticcerie e delle creperie più buone, per un tour goloso della città. Concedetevi un giro sulla Senna con il bateau-mouche e visitate il curioso hotel galleggiante, sulla cui terrazza potete fare l’aperitivo.

Amsterdam e Giardino di Keukenhof

L’Olanda è la patria dei fiori e non c’è stagione più bella della primavera per visitarla. Qui avete solo l’imbarazzo della scelta per godervi vaste distese di campi di tulipani. Su tutti non dovete perdere il bellissimo Giardino di Keukenhof, uno dei più grandi giardini di fiori al mondo, dove trovate una distesa enorme di tulipani, giacinti e narcisi, raccolti in aiuole e siepi colorate che si allungano tra sentieri, alberi, corsi d’acqua e ponti. Il Giardino di Keukenhof si trova nella cittadina di Lisse, a circa metà strada tra Amsterdam, da cui dista 4o km, e L’Aia. È aperto nel periodo che va dalla fine di marzo a metà maggio, e il periodo migliore per visitarlo è proprio metà aprile, quest’anno Pasqua. Vista la vicinanza non può mancare la visita ad Amsterdam, per raggiungere la quale trovate diversi voli low cost. In città trovate uno splendido mercato dei fiori sui canali. Da non perdere la visita ai monumenti e musei storici.