Svezia: paesaggi mozzafiato e città moderne

Svezia: paesaggi mozzafiato e città moderne

Category : Info

I Paesi del Nord Europa esercitano da sempre un grandissimo fascino sui noi italiani, un po’ perché ci sembrano così vicini , ma allo stesso tempo così distanti dai nostri costumi e dal nostro modo di vivere. I paesaggi naturali da favola, le città moderne ed efficienti, villaggi pittoreschi, i servizi da noi impensabili, l’apertura mentale e la tolleranza e, perché no, anche la bellezza dei suoi abitanti, per noi così irresistibilmente esotici; tutti buoni motivi per un bel viaggio a queste latitudini. Dopo avervi proposto I più bei fiordi norvegesi, è ora di presentarvi la Svezia.

La Svezia è il quinto Paese più grande d’Europa, dopo Russia, Ucraina, Francia e Spagna, ma ha una popolazione di poco più di 9 milioni e mezzo di abitanti. La capitale è la città di Stoccolma, situata sulla costa orientale, sul Mar Baltico. La Svezia è una terra di grandi foreste, grandi laghi, fiumi, e innumerevoli isole, bagnata dalle gelide acque del Mare del Nord e del Mar Baltico, collegata alla Danimarca dal grande Ponte di Oresund (Øresundsbron) che attraversa l’omonimo canale per 15,9 km, unendo la città svedese di Malmö con il comune di Dragør, vicino a Copenaghen.

Il territorio della Svezia è distinto in tre regioni naturali: Norrland, la Terra del nord, dove dominano la tundra e le foreste di conifere, la parte più grande del territorio svedese; Svealand, la Terra degli svedesi, le grande pianura centro-meridionale dove si trovano i laghi più grandi e la città di Stoccolma; Götaland, la Terra dei Goti, la parte meridionale, dove sorge l’altopiano dello Småland e si sviluppa una verde pianura fino alle coste, qui sorge anche la città di Göteborg.

La Svezia è piena di parchi e riserve naturali, un territorio selvaggio che è un vero e proprio paradiso per gli amanti delle escursioni e del turismo all’aria aperta. Sono tante le attività e gli sport nella natura che si possono praticare qui: dal trekking al cicloturismo, alla canoa e tanti altri.

Cosa vedere

Al vostro arrivo in Svezia, molto probabilmente a Stoccolma, la prima cosa da vedere è proprio la capitale. La città sorge su un’insenatura che collega il lago Mälaren al Mar Baltico. Il territorio di Stoccolma si sviluppa su quattordici isole collegate da ponti. Il centro di Stoccolma si affaccia sulla baia di Riddarfjärden. Il centro storico, la città vecchia di Gamla Stan, sorge sull’isola di Stadsholmen. Intorno ci sono gli isolotti di Riddarholmen, Helgeandsholmen e Strömsborg. Gli edifici storici di Gamla Stan che si specchiano sull’acqua sono le immagini più comuni delle foto e cartoline di Stoccolma.

Come Amsterdam, anche Stoccolma è soprannominata la “Venezia del Nord” per il fatto di sorgere su tante isole sull’acqua, attraversata da numerosi canali e ponti.

Stoccolma è una città tipicamente svedese nel suo aspetto urbanistico, ma allo stesso tempo con una forte vocazione internazionale. Sarà il fatto di essere un porto di mare, sarà che è da sempre una città aperta e tollerante, oltre ad essere la sede del Premio Nobel, Stoccolma è una città con una forte presenza di stranieri, provenienti da tutto il mondo, non solo turisti ma anche e soprattutto immigrati, che formano una parte consistente della sua popolazione.

I più importanti edifici di Stoccolma: Stockholms slott, il Palazzo reale, si trova a Gamla Stan ed è la residenza ufficiale dei Sovrani di Svezia, è una costruzione in stile barocco risalente al 1697; la Stockholms stadshus, il Municipio di Stoccolma, posto sulla punta orientale dell’isola di Kungsholmen, risale al 1908 e ha una torre alta 106 metri, qui si tengono le cerimonie per la consegna del Premio Nobel; Storkyrkan, situata sull’isola di Gamla Stan accanto al Palazzo Reale, è la Cattedrale luterana della città, risale al XIII secolo ed è in stile gotico baltico, qui vi vengono incoronati i Sovrani di Svezia; la Riddarholmskyrkan, sorge sull’isola di Riddarholmen, è una chiesa luterana del XIII secolo, in mattoni rossi e stile gotico baltico, qui sono sepolti i Sovrani svedesi; Sankt Jacobs kyrka è un’altra chiesa luterana, realizzata in diversi stili, gotico baltico, rinascimentale e barocco, è dedicata a san Giacomo il Maggiore, patrono dei viaggiatori; la Cattedrale di Sant’Erik è la chiesa cattolica di Stoccolma, realizzata in stile neo romanico.

La città ospita moltissimi musei, tra i quali segnaliamo il Nationalmuseum e il Museo Vasa, dove è conservato il relitto dell’omonimo veliero del XVII secolo. Nella città vecchia di Gamla Stan da visitare è la Stortorget, la piazza più antica della città dove si affacciano palazzi colorati di origine medievale ed edifici più recenti, come il settecentesco palazzo della Borsa di Stoccolma che oggi ospita l’Accademia di Svezia, il Museo del Nobel e la Biblioteca del Nobel. Qui l’Accademia di Svezia assegna e annuncia il Nobel per la Letteratura.

goteborg-sveziaGöteborg è l’altra grande città della Svezia. E’ la seconda città più popolosa del Paese dopo Stoccolma e la quinta in Europa, con un’area metropolitana che arriva quasi al milione di abitanti. E’ stata fondata nel 1621 dal re Gustavo II Adolfo e si affaccia sul tratto finale del fiume Göta älv, che sfocia nel Kattegat, il mare interno tra Danimarca e Svezia, lo stretto collegato con il Mare del Nord dallo Skagerrak, di cui è il prolungamento. Göteborg ha un porto importante ed è una città universitaria. Ospita tra i più importanti eventi e festival della Svezia, come il Göteborg Film Festival. E’ una città ricca di monumenti ed edifici dall’architettura particolare. Anche qui molti edifici storici sorgono lungo canali. Da non perdere i suoi bellissimi parchi e giardini, su tutti il Giardino Botanico. Vari e numerosi sono i luoghi di intrattenimento

malmo-sveziaMalmö è la terza città della Svezia per numero di abitanti e dimensioni. Si trova nella parte meridionale del Paese e si affaccia sullo stretto di Oresund. E’ collegata alla Danimarca dall’Øresundsbron, il Ponte di Oresund, inaugurato il 1° luglio del 2000. Il ponte più lungo d’Europa adibito al traffico stradale e ferroviario.
La città di Malmö risale al XIII secolo e tra il 1527-29 è stata la prima città scandinava a convertirsi al luteranesimo. E’ un centro vivace che ospita eventi e festival, su tutti il Malmöfestivalen in agosto, quando la città si anima per una settimana con molti concerti gratuiti. A Malmö si trovano importanti monumenti storici ed edifici di architettura contemporanea. Tra gli altri ricordiamo il Castello, della metà del XVI secolo, la spettacolare Biblioteca, con un edificio con pareti in vetro, inaugurato alla fine degli anni ’90, e il Turning Torso, un grattacielo residenziale di 190 metri di altezza e 54 piani inaugurato nel 2005.

La Svezia è soprattutto territorio libero e selvaggio dove avventurarsi nell’esplorazione di foreste, montagne, vallate, laghi, fiumi, coste e villaggi di pescatori.

bohuslan-sveziaNella contea di Västra Götaland, poco più a nord della città di Göteborg, troviamo la provincia storica di Bohuslän, che confina a nord con la Norvegia. Il nome significa letteralmente “feudo di Bohus” e si riferisce sia alla provincia intera che al nome della fortezza di Bohus, un imponente castello del XIV secolo che sorge nella città di Kungälv, fatto costruire dai norvegesi, all’epoca in cui questo territorio era sotto la Norvegia. Nel XVIII secolo, gli svedesi ne iniziarono la demolizione, mai portata a termine. Oggi del castello restano i ruderi. La provincia di Bohuslän si estende su un territorio costiero roccioso e su un arcipelago di oltre 8.000 isole e isolotti, isole che formano anche la parte settentrionale dell’arcipelago di Göteborg. La caratteristica principale dell’arcipelago di Bohuslän sono i tipici villaggi di pescatori, con le casette colorate.

stora-sjofallet-sveziaUn paesaggio naturale tutto da scoprire è quello del Parco nazionale Stora Sjöfallet, nella contea di Norrbotten, nella Svezia settentrionale. Qui, in una superficie di quasi 130 ettari, si trovano ampie vallate circondate da montagne ed altipiani. Un’altra zona, come gran parte della Svezia, caratterizzata da numerosi corsi d’acqua, tra fiumi e laghi. Il parco segue il corso del fiume Stora Lule ed è diviso in due dal lago Akkajaure, costruito sul fiume per la realizzazione di una centrale idroelettrica. Il Parco fa parte della Lapponia svedese e insieme alle altre zone dell’area lappone è stato riconosciuto Patrimonio dell’Umanità Unesco.

Cosa fare

La Svezia offre moltissimo ai turisti. Oltre alle classiche visite alle città, ai monumenti e ai villaggi caratteristici, qui si possono fare tantissime attività all’aperto, in tutte le stagioni. Passeggiate, escursioni, nord walking, gite a cavallo e mountain bike in mezzo alla natura e nei parchi nazionali, sono le attività ideali in primavera, estate e autunno. Gli appassionati di bici possono lanciarsi nel Vätternrundan, il classico giro del lago Vättern in bicicletta, lungo un percorso di 300 km. In inverno si possono praticare tutti i tipi di sport invernali: dallo sci, al pattinaggio su ghiaccio, all’aperto e al coperto, alle escursioni in motoslitta o con le slitte trainate dai cani. Altre attività molto popolari sono la raccolta dei frutti di bosco e dei funghi. Senza dimenticare gli sport acquatici, come la canoa e il kayak sui fiumi e laghi, ma anche il rafting lungo i torrenti, la pesca e in mare la vela.  Numerose sono poi le crociere sul Baltico e nel Mare del Nord, con tappe negli altri Paesi Scandinavi.

Quando andare

La Svezia si può visitare in ogni periodo dell’anno, che cambia a seconda dei vostri programmi e di quello che volete fare. Per i più freddolosi sono consigliabili i mesi estivi. I mesi più soleggiati sono maggio e luglio, mentre agosto è piovoso. Se volete visitare la Svezia in inverno è bene programmare il viaggio in anticipo, evitando troppi spostamenti.